lunedì 22 ottobre 2012

LA TORTA FILOSOFICA

Le torte che vanno forte nell'anno del signore 2012 sono innanzitutto colorate.
Sono arzigogolate, difficili, astruse, creative, tematiche, multistrato.
Mi sono venute in mente l'altro giorno mentre giocavo a didò col Tre.


Col pongo va forte la torta e così quando ho tagliato le fette mi sono venute in mente quelle vere che spesso sono così.
E da lì mi è partito il trip cogitabondo.
Ho pensato che quelle torte sono un gioco, per lo più. Solo che le facciamo noi grandi e dunque dobbiamo dare loro una parvenza di utilità e così trasformiamo il nostro 'pongo da grandi' in zucchero da colorare e plasmare. Il gioco fine a se stesso è finito con le scuole medie.
In secondo luogo ho pensato, en passant, che i coloranti dopo lo zucchero sono di fatto il secondo ingrediente e che un po', ammettetelo, queste torte hanno tutte lo stesso sapore (molto buono!).
Infine ho pensato che riflettono molto i nostri tempi. Molto lavoro d'immagine, marketing della torta, il trend del colorante. E poi gli studi che la precedono: qual è l'hobby del festeggiato? E' uomo o donna? Fa qualche sport? 
E' divertente farla, penso. Forse più che mangiarla.
Infine parte l'ansia da competizione. Non si può fare sempre la stessa torta, ogni volta un colore in più, un piano in più, un bouquet intero, un bosco, la foresta amazzonica!
Non se ne esce più.

Insomma lo specchio dei nostri tempi.

Nessuno me ne voglia. Ho parecchie amiche che ne sfornano di bellissime.
La mia è solo filosofia, prendetela così.



8 commenti:

  1. Mia figlia di 14 anni e la mia nipotina della stessa età frequentano la quarta media, e vorrebbero entrambe fare le pasticcere !
    Ogni occasione è buona per dare libero sfogo alla loro fantasia : compleanni, cresime e battesimi,...
    Ma anche per riemire pomeriggi freddi, pomeriggi senza compiti e domeniche senza uscite.
    Com'è difficile resistere, anche perchè come dici bene tu, non sono solo buone, ma accattivanti ;)

    RispondiElimina
  2. dev'essere per quello che sforno solo torte gnucche.

    RispondiElimina
  3. Ciao!
    Pienamente d'accordo con te, anche io mi diletto a farne e sono da sempre pienamente consapevole che lo faccio SOLTANTO per divertirmi! Mi diverto a giocare col pongo con i miei figli, e quando vedo un risultato carino (ehm... di rado, ahah!) mi dispiace che non sia utilizzabile in alcun modo. Allora ho comprato il Fimo. E faccio la pasta di zucchero.
    Insomma, gioco con i miei figli augurandomi di non "sprecare" quel tempo e quel risultato.
    Forse hai ragione, il gioco fine a se stesso appartiene ad un'altra età... ma questo tuo pensiero non lo vedo una cosa di cui scusarsi! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Affatto. anzi. Io sono per il fine a se stesso!! Liberiamoci noi adulti dall'utilitarismo! ;-)

      Elimina
  4. Io le torte le faccio per me ed in parte anche per i miei cari. Ma basterebbe molto meno per farci felici tutti. E mi diverto come un matta.
    Nessuna competizione però.

    RispondiElimina
  5. ma questa torta è gnammosissima!!!! è fatta di puffi e lamponi???

    RispondiElimina
  6. Preferisco la vostra torte di pongo!

    RispondiElimina
  7. La capisco, questa tua filosofia. Io a volte ci cado: mi fan prendere la frenesia di non essere all'altezza. Chissà poi perché. E di chissà cosa.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...