mercoledì 18 maggio 2011

BUIO IN SALA ovvero TOTO' LES HEROS

In questa stagione care NXD, vorrei tanto che i fiori che vedo nelle aiuole delle rotonde, o nei giardinetti curati dalle nonne in pensione, si muovessero a ritmo di una vecchia canzone, magari una vecchia canzone francese. Sì, ogni primavera ho la nostalgia di questo film. Vorrei tornare indietro di vent'anni (caspita, 20 anni!) e di nuovo andare al cinema e vederlo di nuovo questo film, per di nuovo gioire e alleviare il cuore dopo quella visione....

TOTO' LES HEROS 
di Jaco Van Dormael (1991)


Lei, la trama: Questa è la storia di un anziano che ripensa alla sua infanzia e si vendica di un suo coetaneo reo di avergli "rubato" la vita.
Per me è la storia di un anziano che non ha mai rinunciato a essere bambino, per il quale la verità è quella che lui decide. Proprio come succede per i bambini che leggono il mondo attraverso solo ed unicamente se stessi. E questo sovversivo ribaltamento dell'oggettività a me piace tanto.
E' un film temporalmente caotico, dove l'ieri e l'oggi convivono pacificamente scombussolati. Dove però l'ieri è in technicolor e senza sfumature, mentre l'oggi è tutto un grigio e un marrone rasente l'oscurità.

Lei, l'atmosfera: di nuovo la storia di una famiglia. Non so cosa fare. Evidentemente da tempi non sospetti (15 anni avevo!!) queste storie mi appartengono. Forse perché anch'io utilizzavo molto la narrazione per incastrare tutti i pezzetti del puzzle che mi rimanevano in mano e tendevo a divagare col pensiero dove la tenera età mi consentiva di andare. 
Un film narrato da un bambino sognatore e arrabbiato. Uao. Sai, cara Stima, io penso che Jaco, il regista belga, da piccolo era un Bambino Dai Grandi Occhi. Non so, me lo sento.

I fiori che ballano sotto la mia finestra con quella musica di sottofondo.... Oh, come li avrei voluti anch'io... 
Ehi, ma aspettate, adesso che ci penso... io li ho avuti....




8 commenti:

  1. ma che belle cose ci racconti sempre... grazie cara! :)

    RispondiElimina
  2. Non lo conosco, ma lo segno!

    RispondiElimina
  3. Il titolo lo conosco da tempo ma non mi è mai capitata l'occasione di vederlo, tu poi ci metti il carico e io mi deprimo per non avere tempo di fare tutto: tra libri e film dovrei cadere in un buco spazio-temporale, in modo che tre ore corrispondano a cinque minuti sulla terra!

    RispondiElimina
  4. Sconosciutissimo, ma conocordo con ciò che dice Mamma F.:-)
    La canzone mi rimanda a uno spot...
    Segno anch'io! :-)

    RispondiElimina
  5. io ho un vago ricordo di questo film, l'ho visto? l'ho sognato? i bimbi con i grandi occhi cominciano ad essere molti...

    RispondiElimina
  6. Da quel poco che ho visto sembra un film molto delicato...proprio quello di cui avrei bisogno in questo periodo...compresi i fiori che si muovono a tempo con la musica...
    Grazie per il suggerimento
    LadeaKalì

    RispondiElimina
  7. affascinante..adoro i film francesi..me lo segno..Nel guardarlo mi è venuto in mente un altro film francese molto bello.."il piccolo Nicolas e i suoi genitori". E ancora grazieee..come dice mamma F...

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...